chi siamo

Associazione Salto Oltre il Muro

CHI SIAMO

 

“Gli  animali in carcere aiutano a riportare rispetto, dignità e soprattutto amore, ingrediente principale per la motivazione al cambiamento”

Pauline Quinn

 

L’Associazione Salto Oltre il Muro (ASOM) è presente presso la II° Casa di Reclusione Milano Bollate dal 2007 ed è responsabile del progetto “Cavalli in carcere”, un percorso riabilitativo nella devianza sociale mediato dal cavallo. 

Responsabile del progetto è Claudio Villa che ha ottenuto la realizzazione di un maneggio all’interno delle mura che oggi ospita 10 cavalli.

Il progetto si sviluppa con un corso di formazione per ARTIERI indirizzato a detenuti preventivamnete selezionati e interessati ad imparare questo mestiere.

Il corso di formazione è volto a promuovere il  reinserimento  sociale e lavorativo di persone in esecuzione di pena detentiva, garantendo una competenza nella gestione del cavallo e di una scuderia. 

Oltre all’aspetto pratico della gestione dell’animale, il forte impatto emotivo che il cavallo ha sulla popolazione carceraria che se ne prende cura avvalora l’importanza delle Attività Assistite da Animali (AAA).

Lavorare con un animale di mole così imponente, infatti, obbliga ad un comportamento che necessariamente deve abbassare difese e aggressività per trovare una via di comunicazione non verbale che porti al rispetto reciproco. Nella relazione uomo – cavallo il confronto è sempre diretto, chiaro, onesto e non giudicante e permette al detenuto di elaborare metafore importanti utili alla rielaborazione di comportamenti pregressi. 

Un’altra finalità del progetto è quella di andare incontro al sempre crescente interesse rivolto alla tutela del benessere animale. 

La II° Casa di Reclusione Bollate -  Milano, infatti, in virtù del suo stato giuridico risulta essere il luogo adatto per l’accoglienza di cavalli sequestrati alla criminalità organizzata, abusati, destinati al macello o arrivati a fine carriera.